2021 Aprile - FESTA APRILIA

Venerdì, 30 Aprile 2021

FESTA APRILIA 2021 a Misano Adriatico

CHE FESTA. Un 25 aprile così non si era mai visto. Sul circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico, è andata in scena domenica la grande festa Aprilia. Un po' come era stato con la prima edizione di Aprilia All Stars al Mugello, nel 2019, la Festa della Liberazione 2021 ha coinvolto i piloti MotoGP di ieri e oggi e le moto che hanno fatto la storia della Casa di Noale. Purtroppo – a causa della pandemia – un evento a porte chiuse, che Aprilia ha saputo confezionare con immagini e video – che arriveranno – per tutti gli appassionati a casa.

DALLA MOTOGP c'erano Aleix Espargaró e Lorenzo Savadori, piloti della RS-GP in MotoGP, ma anche giovani e... vecchie glorie del passato, quali Andrea Iannone, Manuel Poggiali, Max Biaggi, Loris Capirossi e Alex Gramigni. Con loro anche i ragazzi del neonato Trofeo   Aprilia RS 660, aperto ai piloti dai 15 anni in su. I campioni sono scesi in pista a provare la nuova supersportiva RSV4, la maxinaked Tuono V4  Factory 2021, ma anche la sportiva media Aprilia RS 660.

IL RICORDO Momenti davvero indimenticabili, primo tra tutti quello dedicato a Fausto Gresini. Alla memoria del due volte Campione del Mondo, infatti, è stato dedicato un toccante momento in pista, con tutti i piloti schierati sulla linea di partenza del tracciato romagnolo.

TUTTI IN PISTA I colleghi lo hanno omaggiato alla loro maniera: Max Biaggi ha portato in pista la sua RSV4 X, punta di diamante delle supersportive Aprilia, mentre Andrea Iannone ha girato anche sulla RS 660 in versione Trofeo. Loris Capirossi ha provato la sua RS-GP 2019, la MotoGP da poco entrata a far parte della sua splendida collezione. Anche Alex Gramigni si è tolto lo sfizio di provare l'Aprilia da MotoGP, mentre Manuel Poggiali ha girato soprattutto con la RSV4. Dulcis in fondo, Aleix Espargaró ha potuto coronare il suo sogno di tornare in sella a una Aprilia 250 GP a 2 tempi, così come ha fatto Max Biaggi, che è salito di nuovo sulla duemmezzo con la quale vinse il Mondiale 1996.

Evento realizzato  con Esterna 10 usate 7 telecamere di cui 2 SSM e svariate troupe Eng, inoltre parecchie camere GO Pro installate nelle moto